biografia di dmitry dyuzhev
Il famoso attore russo Dmitry Djuzhev,la cui biografia sarà descritta in questo articolo, nonostante il fatto che i suoi genitori lavorassero a teatro e fin dall'inizio abbia portato il figlio all'arte, non sogna la sua carriera, è più interessato a padroneggiare la professione di un poliziotto o di un marinaio. Ma, fortunatamente, i geni hanno preso il loro tributo, e il paese ha conquistato non solo un talentuoso attore di teatro e cinema, ma anche un regista.

Biografia di Dmitry Dyuzhev: infanzia

Nel 1978, il 9 luglio, nella città di Astrakhan, in famigliaPeter e Ludmila Dyuzhevyh nacquero un figlio, che chiamarono Dima. Un bambino fin dalla prima infanzia andava spesso al teatro locale, dove lavoravano i suoi genitori. Era un ragazzo calmo e fiacco, ma non studiava bene alle elementari. E ora, in età avanzata, divenne degno di avere la sua foto appesa alla commissione d'onore della scuola. Quando era al sesto grado, fu nominato presidente della squadra di pionieri, e quando studiò nel nono al decimo, l'insegnante era così fidato di lui che perfino istruiva a volte a insegnare matematica al più giovane.

Biografia di Dmitry Dyuzhev: l'inizio di una carriera

Padre Dmitri per lungo tempo non riuscì a trovare il suo direttoree ha interpretato solo ruoli minori nel teatro. Il suo sogno di diventare un grande attore, voleva tradurre in suo figlio, era sicuro di poter fare una carriera in campo teatrale. E non sbagliò, Dmitrij divenne non solo un attore teatrale eccezionale, ma anche uno dei rappresentanti più talentuosi del cinema russo. Intenzione di diventare un marinaio, Dima lasciò volontariamente e ascoltò il consiglio di suo padre, iscritto al GITIS presso la facoltà del regista.

Biografia creativa di Dmitry Dyuzhev. "Brigata"

biografia di dmitry dyuzhev
Ha debuttato Dmitry Dyuzhev nel film, con protagonista inil film "24 ore", solo nel 2000, un anno dopo la laurea dall'istituto. E la vera gloria arrivò a lui dopo l'uscita della serie TV "Brigade", in cui interpretava un bandito di nome Cosmos. L'attore ha esitato a lungo se portarlo o meno per questo ruolo, perché il personaggio è tutt'altro che positivo, e nella vita Dmitri è una persona profondamente religiosa. Il prete gli consigliò di interpretare l'eroe con la consapevolezza che questo è un esempio di una persona così come non dovrebbe essere. Il ruolo del cosmo ha portato a Dmitri il riconoscimento e l'amore dello spettatore, ha iniziato a ricevere sempre più proposte da altri registi. Ad oggi, nell'arsenale dell'attore Dmitry più di quaranta opere in serie e film, oltre a due progetti di regia.

Biografia di Dmitry Dyuzhev: prove del destino

moglie di Dmitriy Dyuzhev
Pochi sanno che nella vita dell'attoreci sono stati molti eventi tristi, che ha vissuto con grande difficoltà. In primo luogo, ha perso la sorella di undici anni, a cui è stata diagnosticata una terribile diagnosi: cancro del sangue. Né il trattamento costoso, né le preghiere dei parenti l'hanno aiutata a sconfiggere la malattia. Dmitrij lasciò l'istituto e decise di tornare ad Astrakhan per stare con i suoi genitori, ma lo dissuasero. Dopo un po ', e non riprendendosi dalla tragedia, il padre di Dmitry si suicidò. E pochi mesi dopo mia madre morì per un infarto. Dopo tutti questi eventi, Dmitrij era sparito, nessuno sapeva dove fosse, o cosa gli fosse successo. Andò al monastero, lavò pavimenti e finestre, pregò regolarmente e osservò un digiuno rigoroso. Con la piena certezza che non sarà più rimosso, Dima spense il telefono e ruppe tutte le comunicazioni con il mondo esterno. Ma un giorno è venuto a Lungin Pavel con la proposta di recitare nel film "L'isola". Dyuzhev dubitava, ma accettava ancora di tornare alla professione.

Biografia di Dmitry Dyuzhev: famiglia

Dopo sei mesi di lavoro lontano dalla civiltàè tornato a Mosca. Insieme agli altri studenti è andato al cinema, dove ha incontrato Tatyana Zaytseva. Sei mesi dopo si sposarono e nell'agosto del 2008 avevano un figlio, a cui fu dato il nome Ivan. La moglie di Dmitri Dyuzhev lo sostiene in ogni modo, vanno in chiesa ogni domenica con tutta la loro famiglia.

</ p>