La poesia "Factory" è stata scritta da AlexanderIl blocco nel novembre del 1903. Per la prima volta nella sua opera, il giovane aspirante poeta, ha sollevato il tema non è così romantico come in tutto il periodo precedente di creatività quando si crea la collezione "Versi circa la Bella Signora", sul quale è stato effettuato il lavoro in 1901-1902 anni. Verse "Factory" fa parte della serie "Crossroads" (che copre 1902-1904.), Che comprende anche la poesia "La città ha un uomo di colore", "The Last Day", "Sulla riva trainato malato ..." "Dai giornali "E altri. Questo ciclo rappresenta il primo poeta simbolista tentativo di rivolgersi a questioni sociali, che interessano il problema della disuguaglianza di classe, i lavoratori superlavoro, l'oppressione delle classi dirigenti e la nuova mentalità rivoluzionaria.

Analisi del poema di Blok

Analisi del poema del blocco "Factory",che il poeta è profondamente simpatica operaio di fabbrica, i proprietari della fabbrica senza pietà sfruttato, un'immagine che non è scritta nel poema bene, ma ha segnato solo riferimenti mistici a "qualcuno immobile" e "uno nero". In queste menzioni c'è un significato molto più inquietante che in ogni descrizione dettagliata, poiché nella natura dell'uomo è istintivamente posto di aver paura di tutto l'ignoto.

Un'analisi del poema di Blok in questo casodimostra che il poeta non dà assolutamente alcuna descrizione dinamica degli eventi, e come se riprendesse a dipingere e a pennello, scrive in toni cupi un'immagine della vita degli operai. L'epiteto "nero" e "immobile", blocchi in modo utilizzati con successo, ancor più che l'ignoto, sottolineare e rafforzare impressione sinistra dell'immagine congelata sul muro, "qualcuno" che pensa per le persone sorde cancello chiuso.

Analisi del poema di Blok

Un'analisi del poema di Blok ci permette di vedere,quanto è densa questa poesia piena di vari simboli, creando insieme un'immagine sinistra della prigione di fabbrica. Così, l'immagine delle "porte chiuse ciecamente" rafforza solo la sensazione di qualcosa di sinistro e nascosto all'interno, all'interno delle mura della fabbrica. Anche questa immagine, insieme all'epiteto "immobile qualcuno", dà un ulteriore senso di staticità, pietrificazione, mancanza di vita. In questo caso, il poeta usa il metodo del parallelismo lessicale, usando diversi epiteti per trasmettere e rafforzare lo stesso significato.

Fabbrica dei versi

Un'analisi del poema di Blok in questo casoti permette di sentire la sofferenza dell'atmosfera opprimente della fabbrica, che è governata da un silenzio minaccioso e solo "scricchiolii pensierosi". Nessun rumore di passi, nessun grido di persone, nessuna conversazione si sente fuori dai cancelli di una fabbrica come se fossero porte di un altro mondo - l'aldilà. La sensazione di dolore nel poema è convogliata dagli epiteti "finestre della zholta" e "nelle finestre gialle".

Doppia menzione del solo giallomigliora ulteriormente l'effetto. La poesia di Blok L'analisi ci permette di capire che l'intenzione di usare, al posto del l'aggettivo "gialla" forma scritta "Zsolt", il poeta cerca di mostrare al lettore che in questo caso è di fondamentale importanza non tanto il colore, la quantità di trasferimento con l'aiuto del senso di dolore proveniente dalla fabbrica. In una simile fabbrica le persone non lavorano, ma sono in schiavitù, perdono la loro salute e lentamente muoiono.

</ p>