Ognuno di noi ha familiarità con il nome di Yuri AlekseevichGagarin. Avendo compiuto per la prima volta nella storia mondiale un volo nello spazio, divenne la persona più famosa e riconoscibile del pianeta. Milioni di bellezze lo sognavano, ma nei suoi pensieri c'era sempre una sola donna - la sua fedele moglie Valentine. Chi è lei, la moglie di Gagarin?

La moglie di Gagarin

Il vero compagno del primo cosmonauta

La seconda metà di Yuri Alekseevich non è conosciutaquindi è molto Lei, a differenza delle mogli di altre persone famose, non ha mai esposto la sua vita al pubblico e fino ad oggi evita diligentemente la comunicazione con i giornalisti. Valentina Ivanovna Gagarina è sempre stata molto modesta. Mentre il suo sposo stellato ha conquistato l'universo, gli ha fornito una famiglia affidabile, allevando due giovani figlie. Ma tanto per godersi la felicità della famiglia, Valentina non era destinata. Quando Yuri morì, aveva solo 32 anni. Essendo una bellezza, Valentina Ivanovna non si è mai sposata. Concentrandosi sul lavoro e sulla famiglia, rimase fedele al suo unico e amato marito per sempre.

Conoscenza di suo marito

Gagarina Valentina Ivanovna (in fanciullezza -Goryachev) è nato il 15 dicembre 1935 a Orenburg. Padre Vali Ivan Stepanovich era uno chef e fin dall'infanzia ha insegnato a sua figlia a cucinare deliziosamente. Oltre alle abilità culinarie, la ragazza aveva un talento per il cucito e il lavoro a maglia. Dopo essersi diplomata al liceo, Valya Goryacheva iniziò a lavorare sul telegrafo. Come molte ragazze, corse verso le sue danze nel suo tempo libero. Fu lì che Valentina incontrò il cadetto della Scuola di Volo di Orenburg Yuri Gagarin.

La moglie di Yuri Gagarin

Valya Goryacheva ha conquistato il ragazzo con la sua bellezza. Dai capelli scuri, gli occhi marroni, con una figura figurativa, attrasse sempre il punto di vista dei rappresentanti dell'altro sesso. Ma la bellezza non le ha impedito di essere timida e timida. Come il leggendario astronauta scrisse nelle sue memorie, a San Valentino gli piaceva tutto: sia il personaggio e l'altezza bassa, e gli occhi scuri, e un naso leggermente lentigginoso. Ma Yuri inizialmente non ha fatto un'impressione speciale sulla ragazza. La moglie di Gagarin si ricordò che sembrava grande testa e le mancavano le orecchie. E il riccio sporgente di capelli tagliati corti non era chiaramente a suo favore.

Romano, matrimonio e nascita della figlia maggiore

Dopo il valzer, Yuri Alexeyevich ha invitato Valentineandare a sciare il prossimo fine settimana sugli sci, e i giovani hanno iniziato a uscire insieme. Ma non hanno fretta con il matrimonio. Valentina entrò nella scuola di medicina di Orenburg, dove ricevette una specialità come assistente medico. Gagarin ha continuato i suoi studi. Si sono sposati 4 anni dopo essersi conosciuti. La cerimonia nuziale ebbe luogo ad Orenburg il 27 ottobre 1957. Dopo il matrimonio Gagarin Yuri andò a servire nella città della regione di Zapolyarny Murmansk, ben presto sua moglie si trasferì da lui. Fu lì che il 17 aprile 1959, Valentina diede alla luce suo marito Elena.

Trasferirsi nella città delle stelle e alla nascita della seconda figlia

Subito dopo la nascita del piccolo YuriGagarin ha presentato una relazione sulla sua iscrizione in un gruppo di astronauti. La competizione è stata enorme: insieme a lui le dichiarazioni sono state scritte da circa 3mila piloti. Il futuro pioniere dell'universo ha superato con successo tutti i test ed è stato arruolato nel distaccamento dei cosmonauti sovietici. Nella primavera del 1960 fu trasferito nella città delle stelle, situata a nord-est di Mosca. La moglie di Yuri Gagarin si mosse dopo di lui. Ha ottenuto un lavoro come biochimica di laboratorio nel dipartimento medico del Flight Control Center. Un anno dopo, il 7 marzo 1961, una giovane figlia Galina nacque da una giovane coppia. La ragazza è nata 2 giorni prima del 27 ° compleanno di suo padre e un mese prima del suo primo volo nello spazio.

Valentina Ivanovna Gagarina

Il giorno che ha cambiato la vita

Mentre il cosmonauta Gagarin concentrò tutti i suoi sforzi sula formazione, al fine di fare un ingresso di successo nell'orbita della Terra, sua moglie era fidanzata in piccole figlie. Era una persona a casa, non amava le compagnie rumorose e offriva a Yuri Alekseevich il conforto familiare che tutti gli uomini sognano. Preparare Gagarin per il volo si svolgeva in un'atmosfera di assoluta segretezza, e Valentina non era al corrente del corso. Il giorno del 12 aprile 1961 per lei iniziò nel solito modo. Il fatto che suo marito fosse il primo cosmonauta del pianeta, non imparò da se stesso, ma da un vicino. Per vedere Yuri Alekseevich dopo il volo Valentine è successo solo pochi giorni dopo, quando finalmente è stato rilasciato a casa. Fino ad allora, come molti moscoviti, stava guardando suo marito in Piazza Rossa, dove fu scosso dalla mano del Segretario generale dell'URSS Nikita Khrushchev. Un'enorme folla di persone ha incontrato Yuri con striscioni e ha lanciato fiori. Da quel giorno in poi, il cosmonauta Gagarin divenne un eroe nazionale e la proprietà dell'intero paese.

Yuri Alekseevich non era sicuro del successola fine del loro volo. Molti anni dopo la sua morte, sua moglie incidentalmente incappato in un biglietto a lei indirizzata, che scrisse 2 giorni prima di uscire nello spazio. In esso, chiese a Valentine di non piangere, se gli fosse successo qualcosa, e di allevare persone degne delle sue figlie. Vita personale Yuri Gagarin consigliò a sua moglie in caso di morte di organizzarsi a sua discrezione. Ma nel 1961 la banconota non era destinata a cadere nelle mani di Valentina Ivanovna, perché il volo e l'atterraggio del primo cosmonauta della Terra avevano avuto successo. Gagarin nascose il giornale e se ne dimenticò. La giovane famiglia dovette sottoporsi a una seria prova di gloria. E lo hanno fatto bene.

Yuri Gagarin

La vita nello status della moglie del cosmonauta

Dopo l'aprile 1961, il destino di Valentina Ivanovnacompletamente cambiato. La moglie di Gagarin, essendo una persona modesta e non pubblicizzata, per lungo tempo non poté abituarsi all'attenzione del pubblico a cui erano sottoposti il ​​marito, lei e i bambini. Giornalisti e fotografi hanno inseguito una giovane coppia sposata non solo nella loro città natale, ma anche durante una vacanza al mare. Hanno spesso intervistato, mostrato in TV. Persone modeste hanno visitato l'umile appartamento di Gagarin: politici, attori, cosmonauti. Valentina Ivanovna è sempre stata una hostess ospitale.

Yuri Alekseevich è caduto catastroficamentemolto lavoro. Oltre all'occupazione, è stato spesso invitato all'estero. Per comunicare con la sua famiglia aveva ben poco tempo, così ha cercato di cogliere ogni occasione per stare con Valentina, Lena e tick. Sua figlia più giovane chiamò Chizhik, e il più vecchio - Professore. Quando tornò a casa, portò regali alla famiglia. Con sua moglie, a Yuri piaceva pattinare.

cosmonauta Gagarin

La moglie era filosofica sul lavoroGagarin. Era impegnata a crescere figlie e ha continuato a lavorare nel Centro di controllo missione. Un tempo libero che la giovane donna trascorreva a lavorare a maglia con abiti caldi per il marito e le figlie. Cercando di eguagliare lo status della moglie del primo cosmonauta, Valentina Ivanovna Gagarina lo accompagnò in molti viaggi all'estero e in occasione di ricevimenti alti. Ma la pubblicità non l'ha rovinata: è rimasta quella ragazza umile, di cui Yury si era innamorata a prima vista.

La morte di Gagarin

L'idillio di famiglia è collassato a un certo punto. 27 marzo 1968 Yuri Alekseevich e il suo istruttore Vladimir Seryogin effettuarono un volo di addestramento programmato sul combattente. Improvvisamente, l'aereo si schiantò nel terreno ed entrambi i piloti furono uccisi. La moglie di Gagarin ha avuto difficoltà a sopravvivere alla sua morte. Aveva delle figlie piccole tra le sue braccia, che ora doveva portare alla gente stessa. Yuri Alekseevich ha lasciato la sua famiglia non così grande eredità. Per la loro vita "stellare", è riuscito ad accumulare solo 2 appartamenti (a Mosca e Star City) e un vecchio "Volga" 21-esimo modello. Alloggio nella capitale che ha ricevuto poco prima della sua morte.

moglie e figli di Gagarin

L'ulteriore vita di Valentina Ivanovna

La vedova di Gagarin dopo la morte del marito a Mosca ha decisoNon muoverti Rimase a vivere nella Città delle Stelle, temendo che nella capitale le sue figlie non avrebbero avuto un passaggio. La sposata Valentina Ivanovna non ne uscì più. Si è ritirata in se stessa e ha smesso di contattare giornalisti e persone interessate alla biografia di suo marito. Per mezzo secolo, dopo la morte di Yuri Alekseevich, il nome della sua vedova risuonò nei media non molto spesso. Nel 1981, Valentina Ivanovna pubblicò un libro "108 minuti e tutta la vita", dedicato alla memoria di suo marito. Inoltre, ha ripetutamente pubblicato i ricordi di suo marito. Ora la moglie di Yuri Gagarin è da tempo in pensione. Lei continua a vivere nello stesso appartamento nella città delle stelle, dove una volta si è trasferita con suo marito, non rifiuta di incontrare i primi cittadini dello stato, ma non rilascia interviste ai giornalisti. Valentina Ivanovna cerca di sostenere il Museo di Yuri A. Gagarin in ogni modo possibile, e ha trasferito molti dei suoi oggetti personali.

vedova di gagarin

Bambini e nipoti del cosmonauta

Le figlie di Gagarin sono cresciute da tempo. Come aveva sognato, diventarono persone degne e rispettate nella società. Questo merito appartiene interamente a Valentina Ivanovna, perché la donna ha dovuto crescere e insegnare in modo indipendente. Elena si è laureata presso la Facoltà di Storia dell'Università Statale di Mosca, ha conseguito la qualifica di critico d'arte. Ricopre l'incarico di direttore generale del Moscow Kremlin Museum. Galina ha studiato all'Istituto di Economia Nazionale a Mosca, oggi è a capo del Dipartimento di Economia. Ha difeso la sua tesi di dottorato, è diventata professore. Le figlie hanno dato a Valentina Ivanovna due nipoti: Catherine e Yura. Moglie e figli di Gagarin vivono molto amichevolmente. Hanno una meravigliosa tradizione di famiglia - per riunirsi ogni anno il compleanno di Yuri Alekseevich per una modesta festa in un appartamento nella Città delle Stelle e indulgere nei ricordi del suo grande marito, padre e nonno.

</ p>