Nel concetto di costi di gestione contabileoccupare un posto importante, perché nel corso delle loro attività attuali, la loro analisi è obbligatoria. I costi condizionalmente costanti sono le spese economiche generali, i costi pubblicitari e quelli che non dipendono dal volume della produzione. Questa parte dei costi è per ogni organizzazione, quindi il suo studio e ottimizzazione consentono di aumentare i profitti.

costi fissi condizionati sono

Perché hai bisogno di dividere i costi in classi?

È stato per analizzare i costi dell'impresapiù facile e più efficiente, di solito sono classificati secondo determinati criteri. Questa divisione ci consente di determinare la loro correlazione e di calcolare in che modo ciascuna voce di costo separata influisce sul costo di produzione e sulla redditività dell'azienda nel suo insieme.

formula costi fissi condizionati

Che la struttura delle spese dell'impresa avevaordine, è necessario mantenere in modo efficace gli account e assegnare i costi agli oggetti. A tal fine, le spese sono classificate in base a caratteristiche simili. La scelta della differenziazione determina l'oggetto: se cambia, può comportare un cambiamento nella categoria di costo.

Tipi di classificazioni:

  • Soggettivo. I costi sono raggruppati in base a caratteristiche specifiche: diretta o indiretta, permanente o variabile.
  • Obiettivo. In questo caso, la classificazione soggettiva è associata a un oggetto specifico.

A ogni impresa i costi possono esseredifferenziati in modi diversi, in modo che la struttura dei costi sia chiara e comprensibile. La contabilità di gestione consente di scegliere il metodo più ottimale. Va notato che tutti i costi sono raggruppati per tipo di spesa, per i detentori di costi e per il luogo in cui si presentano.

Per tipi, i costi possono essere suddivisi in base a fattori economicamente simili e a voci di costo.

I vettori di costo sono prodotti, tipi di lavoro o servizi. Questa categoria di spesa è necessaria per determinare il costo unitario di produzione.

I costi e la loro classificazione dipendono dal luogoaspetto: può essere laboratori di produzione o altre unità. È consigliabile raggruppare le spese nella contabilità in modo che l'informazione sia il più possibile accessibile per l'analisi dei costi e la definizione di una strategia economica.

Costi e loro classificazione

struttura dei costi aziendali

Le imprese distinguono i principali tipi di costi:

  • costi fissi condizionati;
  • costi variabili condizionalmente.

I costi costanti costanti sono quelli che non lo fannodipende dal periodo di tempo e dai volumi di produzione. Questi costi aumentano con l'aumento della scala dell'attività economica, ma a un ritmo più lento. In alcuni casi, la loro crescita tende a saltare.

In parole povere, i costi costanti-costanti sono quelli che si presentano con un volume di produzione bruscamente aumentato, ad esempio il costo di attrezzature aggiuntive.

I costi variabili condizionali includono i costi associati all'acquisto e alla vendita di prodotti. La loro grandezza dipende da molti fattori: i prezzi dei fornitori, il tasso di inflazione e altri.

I costi lordi sono calcolati come la somma delle variabili condizionali e delle spese fisse condizionate.

Per calcolare in un edificio cooperativocosti costanti-costanti, la formula dovrebbe essere la seguente: è necessario sommare le spese per tutte le imprese e le istituzioni che appartengono all'edificio cooperativo.

Costi interni ed esterni

costi e loro classificazione

In relazione ai costi ambientalisono classificati in interni ed esterni. La società finanzia da sola i costi interni e si prende cura dei costi esterni per altre organizzazioni o per la società nel suo complesso.

Raggruppamento dei costi per direzioni e articoliviene utilizzato per calcolare i costi di produzione e vendita di beni o servizi. Per rendere più conveniente calcolare perdite e profitti, analizzare il prezzo di costo e stabilire i prezzi, viene compilato un foglio di calcolo. Per articoli, i costi sono suddivisi in base al ruolo che svolgono nell'azienda e alle esigenze.

Costi indiretti e diretti

I costi indiretti o diretti sono suddivisi in base al metodo di assegnazione dei costi al costo.

Indiretti sono quei costi che non lo sonosono accumulati per unità di prodotto, ma accumulati nei conti. Successivamente, sono inclusi nel prezzo di costo tramite calcolo. Di norma, i costi indiretti vengono presi in considerazione nei luoghi di origine e quindi distribuiti tra i tipi di prodotti. Questi includono il salario dei lavoratori temporanei o il costo di acquisto di materiali aggiuntivi.

costi fissi contingenti

I costi diretti sono basati sudocumenti primari per ogni unità di output. Tutti i costi relativi a un particolare prodotto sono chiamati direttamente: l'acquisto di materie prime e materiali, i salari dei lavoratori principali e qualsiasi altro costo materiale. Effettuando il calcolo dell'oggetto, è necessario comprendere che maggiore è la proporzione dei costi diretti, più precisamente è possibile calcolare il costo unitario delle merci.

Costi di natura tecnica ed economica

Secondo lo scopo tecnico ed economico, i costi possono essere suddivisi come segue:

  • Key.
  • Falso.

I costi principali sono di solito quelli chedirettamente collegato al processo di produzione o alla fornitura di servizi. Queste sono le spese necessarie per realizzare la produzione e rilasciare un prodotto specifico: il costo di acquisto dei materiali, il costo dell'elettricità, del carburante, della manodopera e così via.

Le spese generali di produzione e di lavoro sono considerate indirette. Sono connessi con il mantenimento delle divisioni strutturali dell'impresa.

Spese che caratterizzano le attività dell'impresa

Per analizzare le attività dell'azienda inin generale, e fornire una stima dei prodotti finiti, la struttura dei costi dell'impresa è la seguente: le spese sono suddivise in entrate e uscite. L'entrata si riferisce ai fondi acquisiti che vengono utilizzati per realizzare un profitto. Se, nel tempo, hanno perso rilevanza o sono stati consumati, vengono trasferiti a costi scaduti.

Nel bilancio patrimoniale, i costi in entrata possono essere riflessi come merci, prodotti finiti, scorte o lavori in corso.

I costi che riguardano il sociale oprogrammi di gestione dello sviluppo, è consuetudine chiamare discrezionale. Per ottenere costi unitari medi, è necessario aggiungere costi specifici costanti e variabili.

struttura dei costi

Tipi di costi variabili

A seconda delle variazioni dei volumi di produzione, i costi non permanenti possono essere suddivisi in tipi:

  • Proporzionale. Questi costi cambiano allo stesso ritmo della scala di produzione.
  • Progressive. Tali costi aumentano molto più rapidamente del tasso di crescita dell'attività aziendale. Ciò può essere dovuto a interruzioni nel lavoro o tempi di inattività.
  • Modo decrescente. Per aumentare i profitti e ridurre i costi, il ritmo di questi costi dovrebbe superare il ritmo dei costi progressivi e proporzionali.

Le variabili condizionali e i costi condizionalmente fissi sono indicatori importanti in qualsiasi azienda, quindi è necessario comprendere chiaramente il meccanismo della loro formazione.

</ p>