Nell'antica Rus, gli ordini venivano dati agli organigoverno centrale. Erano chiamati camere e cortili, case e palazzi, terzi e quartieri. Si ritiene che gli ordini le agenzie governative sono nate spontaneamente, e la prima menzione di loro in questo ruolo si trova nel 1512 in un documento inviato dal monastero Vladimir Assunzione della Gran Principe di tutta la Russia Vasily III.

ordine degli ambasciatori
È stato ordinato un certo numero di personetrattare con alcuni casi specifici - quindi è apparsa la definizione di "ordine". Gli ordini di nuova costituzione agirono per conto del sovrano e furono i più alti luoghi governativi. I reclami sulle loro azioni erano considerati solo dallo zar o dalla Duma dello zar. Gli ordini sono le fasi iniziali degli attuali ministeri.

Aspetto e scopo

L'ordine degli ambasciatori sorse nel 1549 sotto Ivan IV. Esisteva fino al 1720. Il Codice di Diritto del 1550, Ivan il Terribile, introduce un sistema di gestione degli ordini, che è stato progettato per soddisfare le esigenze del pubblico. Quasi 200 anni lo scheletro di questo sistema è stato mantenuto ed è stato sostituito solo con il grande riformatore Pietro I. E 'responsabilità dell' ordine appena creato incluso il rapporto con gli altri paesi, i rimborsi e lo scambio di prigionieri, supervisione alcuni gruppi di "persone che servono", come cosacchi del Don.

Funzioni principali

Era anche l'ordine degli ambasciatorialcune terre nel sud e nell'est del paese. Era responsabile dell'invio delle missioni russe all'estero e delle missioni straniere. Nella sua sottomissione c'erano mercanti stranieri, durante tutto il loro soggiorno nel nostro territorio.

il capo dell'ambasciata dell'ordine
La preparazione di testi di negoziati internazionali è stata fatta anche nel dovere dell'ordine. Ha controllato le missioni diplomatiche.

Struttura del corpo

Inizialmente, l'ordine degli ambasciatori era costituito dalla Dumadiacono, sotto la cui supervisione erano il suo "compagno" (vice), 15-17 scribi (grado amministrativo inferiore) e diversi interpreti (traduttori). Alla testa dell'istituzione di recente creazione c'era il Prikazny Dyak, che è anche l'Ambasciatore dell'Ambasciata. A quei tempi i funzionari pubblici (oltre ai sacerdoti) erano chiamati impiegati, in particolare comandanti di ordini o ranghi più giovani nella fanciullezza Duma.

La struttura sta guadagnando peso

Il primo ordine dell'ambasciatore era guidato da IvanViskovatov Mikhailovich, che in precedenza aveva servito come ambasciatore appuntamento, impiegato del Consiglio, è stato il custode del sigillo di stato. A capo dell'ordine era fino alla sua morte, avvenuta nel 1570. Con la crescente peso internazionale della Russia e aumentato il valore degli Ambasciatori dell'Ordine, a volte è aumentato il proprio personale - nel 1689 ci sono stati 53 impiegati al posto di 17 e 22, più il 17 interpreti interprete (interprete).

quando è stato istituito l'ordine degli ambasciatori
Entro la fine del 17 ° secolo l'ordine degli ambasciatoricosì acquistò forza che divenne una delle parti costituenti più importanti dell'apparato statale centrale della Russia. In questo secolo, è passato dall'ufficio delle relazioni esterne a una struttura statale che gode di notevole autonomia e ampi poteri.

Pietre miliari

L'intero periodo dell'ordine di Posolskypuò essere decomposto condizionalmente in base a tre intervalli epocali del tempo. Questo è il tempo dei guai, la restaurazione della monarchia russa sotto Mikhail Romanov, il primo zar russo di questa dinastia, e il periodo della fioritura dello stato sotto lo zar Aleksei Mikhailovich.

Rappresentanti brillanti

Dal 1621, Ivan Tarasievich Gramotin, quindiil capo dell'ordine di Posolsky, cominciò a prepararsi per lo zar informazioni sistematiche sulla situazione negli altri paesi. Sono stati tratti dai periodici dei paesi, nonché dalle osservazioni e conclusioni degli ambasciatori. Queste "lettere vestali" erano di fatto il primo giornale russo. Devo dire alcune parole su questo ottavo capitolo dell'ordine Posolsky separatamente. Ha iniziato la sua carriera come scriba, e tre volte con vari re ha ricoperto il più alto incarico dell'ordine Posolsky. In tempi difficili, era uno dei politici più importanti.

Povytya

La struttura dell'ordine era divisa in ramilavoro d'ufficio per motivi territoriali (aumento). Ce n'erano cinque in totale. Le funzioni dell'Ordine degli Ambasciatori, secondo queste cinque unità documentarie, furono distribuite come segue: la prima tappa comprendeva i paesi dell'Europa occidentale - Inghilterra e Francia, Spagna e Sacro Romano Impero, nonché gli Stati pontifici. Il secondo vertice ha trattato i rapporti con Svezia, Polonia e Valacchia (a sud della Romania moderna), Moldova, Turchia e Crimea, Olanda, Amburgo.

addetto all'ordine dell'ambasciata
Relazioni con la Danimarca, il Brandeburgo eCourland è stata occupata dal terzo ramo nell'ordine, che è responsabile del lavoro d'ufficio di questi paesi. La Persia, l'Armenia, l'India e lo stato di Kalmyk erano al comando della 4a tappa. L'ultimo quinto ha riguardato le interconnessioni con la Cina, Bukhara, Khiva, lo stato di Zhonggar e la Georgia.

Lo scopo del lavoro è in crescita

Dal momento stesso in cui è stato stabilitoL'ordine dell'ambasciatore, è stato accusato della gestione generale della politica estera del Paese. Dalla seconda metà del XVII secolo seguono direttamente gli ordini seguenti: il Granducato di Lituania, Smolensk e Malorossiysk. Ha anche archiviato l'archivio di importanti documenti esterni e interni accumulati nel tempo.

Capi dell'ordine

Con la crescente importanza internazionale della Russia, il diaconoL'ordine di Posolsky è sostituito dal rappresentante della suprema tenuta feudale del paese, il boiardo, e l'istituzione stessa dal 1670 è chiamata "Ordine di Stato della Stampa d'Ambasciata".

ordine degli ambasciatori
Durante l'intero periodo dell'esistenza del PosolskyIl posto della sua testa è stato sostituito da 19 leader. L'ultimo è stato il Conte e il primo cancelliere dell'Impero russo, uno stretto collaboratore di Pietro il Grande Gavriil Golovkin. Come risultato delle riforme di Pietro I dell'ufficio degli Ambasciatori è stato stabilito che il Collegio degli Affari Esteri, è stato sostituito nel 1720.

</ p>