Ancient Greek Athena - la dea della guerra, saggezza, artigianato, conoscenza e arte. Tale spettro è determinato dalla natura e dall'attività attribuita alla divinità degli Elleni.

Athena, la dea della guerra
Athena - il quinto figlio di Zeus, secondo la leggenda, lo eranasce in un modo insolito. Il principale dio dell'Olimpo segretamente di Hera sposò Metis. Ma presto Zeus venne a sapere che suo figlio lo avrebbe rovesciato dal trono. Questo gli è stato riferito da Moira (o da Urano e Gaia - secondo altre fonti). Un dio arrabbiato, al fine di prevenire la perdita del potere, inghiottì la moglie incinta. Dopo di ciò, la sua testa doleva male e chiese a Efesto di tagliarlo. Dalla testa di Zeus apparve una nuova divinità: Athena.

La dea della guerra ha un carattere diverso da Ares,anche chi patronizza le battaglie. Quest'ultimo incarna l'aggressività sconsiderata e il coraggio irragionevole, mentre Athena è associata alla pianificazione strategica. È anche chiamata la dea di una guerra giusta. In contrasto con Afrodite - l'incarnazione della femminilità e dell'amore - la protettrice delle battaglie ha le caratteristiche della mascolinità. Athena ha aiutato i suoi fan in un momento difficile - grazie alla giusta strategia, sono riusciti a superare le difficoltà più gravi, a sconfiggere i nemici. Pertanto, Nika (Vittoria) divenne un frequente compagno della dea.

Foto della dea Atena
Secondo la leggenda, la figlia di Zeus fin dall'infanzia era diversacuriosità e interesse per la scienza, così mio padre decise di farne la patrona della conoscenza. Athena - la dea della guerra, della saggezza e dell'artigianato - più di una volta ha detto agli antichi greci non standard, ma soluzioni efficaci. Insegnò ad Erichtonia l'arte di imbrigliare i cavalli, e Bellerofonte insegnò l'addomesticamento di un cavallo alato, Pegaso. Atena, la dea della guerra e della saggezza, aiutò Danai a costruire un'enorme nave sulla quale raggiunse la Grecia. Alcuni miti attribuiscono alla divinità il patronato della pace e della prosperità, il matrimonio, la famiglia e la procreazione, lo sviluppo delle città e anche le capacità di guarigione.

Secondo la leggenda, per il diritto di dare il suo nome alla capitaleHellas ha combattuto due contendenti: Poseidone (patrono dei mari e degli oceani) e la dea Atena. Foto di reperti archeologici e altre testimonianze indicano che nei tempi antichi la città era un capolavoro architettonico: palazzi di pietra bianca, stadi giganti e chiese scolpite. Dio Poseidone promise che i greci non avrebbero mai avuto bisogno di acqua se avessero chiamato la capitale con il suo nome. E la patrona della saggezza offrì agli Elleni l'eterna ricchezza di cibo e denaro e presentò una piantina di olive agli abitanti della città. I greci fecero la loro scelta, e oggi la capitale della Grecia porta il nome della dea, e l'ulivo è considerato il suo simbolo sacro.

Tempio della Dea Atena
Il tempio della dea Atena - Partenone - si trova inAcropoli ad un'altitudine di circa 150 m sul livello del mare, è una gigantesca struttura in pietra bianca, un capolavoro di architettura. Al suo interno è una statua della dea, fatta di piatti d'oro e avorio. Da tutti i lati il ​​tempio è circondato da 46 enormi colonne sottili.

La divinità suprema della mitologia greca è accettataconsidera Zeus, ma il culto di Atena riecheggia con il più antico periodo della storia ellenica - il matriarcato. Pertanto, la dea può essere considerata vicina a Zeus in importanza o addirittura uguale a lui.

</ p>