Il meccanismo del pensiero funziona attraverso l'analisisintesi. In primo luogo, l'oggetto viene confrontato con gli altri, e quindi dalle qualità peculiari ad esso, ne vengono individuati di nuovi. Nel processo del pensiero, ancora e ancora, si trovano connessioni qualitative, mentre il loro capitale è esaurito dalla conoscenza umana. La percezione gioca un ruolo chiave nella sintesi.

Per molti secoli, gli scienziati hanno cercato di classificare il pensiero in psicologia.

Nel contesto storico, prima l'umanitàpadronanza dell'attività pratica. Le abilità di pensiero si sono sviluppate molto più tardi. Inoltre, nell'era delle tecnologie high-tech, il modo di pensare costruttivo rimane pratico. Il tipo specifico di attività mentale è progettato per risolvere compiti specifici e si basa sulla percezione degli oggetti. Questo è il modo in cui i bambini pensano in tenera età. Pertanto, smontano i giocattoli nelle loro parti. Stanno cercando colui che gira le ruote.

Pensando in psicologia di tipo visivo-figurativolavora durante la percezione della realtà circostante. Nella forma primitiva del pensiero figurativo-visuale, vengono utilizzati i bambini in età prescolare che non sono così attratti dal processo di disassemblaggio, come il potere magico della loro immaginazione. Lo stock di concetto è ancora troppo piccolo.

Pensiero logico-verbale in psicologiaè l'interazione tra operazioni logiche e concetti. È caratterizzato dalla capacità di conoscere le leggi essenziali senza una connessione chiara e affidabile con la realtà.

Il pensiero logico-astratto è tipicoandare oltre i limiti della conoscenza dei sensi. Dalle caratteristiche dell'oggetto o della situazione, il soggetto seleziona solo quelli importanti, lasciando dettagli e caratteristiche minori senza la dovuta attenzione.

Formazione del pensiero astratto per lo scopol'assimilazione dei concetti nel processo di apprendimento avviene parallelamente al miglioramento del pensiero visivo-visuale, figurativo-figurativo e logico-verbale, poiché tutti i tipi sono fasi successive nello sviluppo del pensiero umano nel contesto della filogenesi e dell'ontogenesi.

Il pensiero in psicologia si distingue per le funzioni:

- il pensiero critico è finalizzato alla costruzioneconclusioni logiche, sull'adozione di soluzioni ampiamente fondate. Una persona può analizzare i fenomeni sociali, lavorare con le informazioni, seguendo un algoritmo esatto:

  • definizione del problema;

  • valutazione dei fatti, separazione e separazione delle opinioni;

  • rappresentando tutte le prove conosciute;

  • formulazione della conclusione.

Quindi, la psicologia del pensiero criticoè la capacità di valutare adeguatamente i fatti, di separare da essi le informazioni emotive per accettarle come prove. È così che si forma la tua opinione indipendente. Va tenuto presente che nell'ordine naturale l'emergere di nuove prove a volte cambia le conclusioni e il modo di risolvere il problema;

- il pensiero creativo è finalizzato all'aperturanuova conoscenza, creazione di valori spirituali basati sulle proprie idee. Le caratteristiche di una persona creativa sono determinate dalla sua psicologia, dal suo modo di pensare, che va oltre la struttura dei concetti acquisiti, i termini, le regolarità. Per la creatività, un trasferimento caratteristico del meccanismo o della qualità di un sistema o oggetto su un altro piano, dove in precedenza tale combinazione non veniva osservata. A prima vista, la personalità creativa coglie l'importante nelle piccole cose o pensa ai dettagli mancanti.

Secondo la natura del compito, il pensiero può essere teorico o pratico:

- la base del pensiero teorico è l'uso di regole e leggi;

- Il pensiero pratico consiste in inferenze e giudizi, già confermati dall'esperienza. Il compito del pensiero pratico implica la trasformazione della realtà secondo l'algoritmo: l'obiettivo, il piano, il progetto e lo schema.

</ p>