Mikhail Mamiashvili è un wrestler che ha lasciato l'URSS,chi combatte nello stile greco-romano. Ha diversi titoli onorifici, per i quali ha ricevuto un percorso difficile nello sport. Michael è una persona piuttosto scandalosa. La sua persona è conosciuta non solo nei paesi dell'ex Unione, ma in tutto il mondo.

Breve biografia

Il 21 novembre 1963 è nato l'atleta futuroMikhail Mamiashvili. La biografia del wrestler è iniziata nella città di Konotop, che si trova in Ucraina, nella regione di Sumy. Michael iniziò ad interessarsi allo sport fin da piccolo. Già a tredici anni iniziò a dedicarsi al wrestling. L'addestramento ha avuto luogo nella sua città natale. Nel 1978, Mosca accolse un nuovo residente. Questo giovane ragazzo è Mikhail Mamiashvili. La biografia dell'atleta è già in Russia. Qui visita il centro di wrestling chiamato "Riserve del lavoro". Successivamente, l'atleta rappresentava la loro società.

Mikhail Mamiashvili

Primi risultati sportivi

Nel 1982 si sono tenuti i Giochi della Gioventù della Unione Europea,su cui Mamiashvili ha vinto. L'anno seguente 1983 riuscì a vincere diversi primi posti contemporaneamente. Ha vinto lo Spartakiad dei Popoli dell'URSS, è diventato il campione del mondo nella lotta tra juniores, ha vinto il campionato dell'URSS. Nello stesso anno, Mikhail Mamiashvili ha partecipato al World Wrestling Championship, che si è tenuto a Kiev. Era il più giovane di tutti i partecipanti alla competizione. I giudici hanno riconosciuto Mikhail come il wrestler più tecnico del campionato e gli hanno dato il primo e meritato posto.

Mikhail Mamiashvili biografia

Partecipazione ai Giochi Olimpici

L'anno 1988 è stato contrassegnato dall'azienda olimpicagiochi a Seoul. Mikhail Mamiashvili ha partecipato a competizioni e ha combattuto nella categoria di peso fino a 82 kg. Ha trascorso cinque giri e ne ha perso solo uno. Nelle finali ha combattuto Tibor Komaromi, un combattente forte dall'Ungheria. La lotta è stata emozionante. Un gran numero di fan di Michael è venuto alle Olimpiadi per supportare l'atleta. E non ha deluso le speranze dei suoi spettatori e compatrioti. Con un punteggio di 10: 1 vince il combattimento e ottiene il titolo onorario del campione olimpico. Molto noto nei circoli sportivi, l'allenatore Gennady Sapunov ha dato una caratterizzazione del comportamento di Mamiashvili sul tappeto. Ha detto che un combattente se afferra l'avversario per la testa, cioè solo due opzioni per l'avversario: o per scoppiare (ma solo metà del combattente rimarrà) o arrendersi immediatamente finché Mikhail non lo strangola.

Completamento della carriera sportiva

Lo sportivo ha deciso di finire i corsi di allenatori sportivila categoria superiore. Nel 1990, Mikhail Mamiashvili è stato educato presso l'Institute of Physical Education di Omsk. Nel 1991, il wrestler ha completato la sua carriera nello sport. Inizia ad allenare la squadra russa, che ha combattuto per il paese in stile greco-romano. Alle Olimpiadi, che si sono svolte nel 1992, l'ex wrestler è diventato l'allenatore della squadra della United CIS. Nel 1995, Mikhail ha ricevuto l'incarico di vicepresidente della Federazione di Wrestling in Russia. E nel 2001 doveva essere promosso al Presidente.

Mikhail Mamiashvili Crimine

Le autorità statunitensi non hanno aperto un visto per l'atleta

Di recente, un visto è stato rifiutato in Americaun noto sportivo e allenatore, come Mikhail Mamiashvili. Il crimine, che era collegato al mondo della lotta negli anni '90 del XX secolo, causa ancora molte difficoltà. Le autorità del paese affermano che il rifiuto del visto di Mamiashvili non ha nulla a che fare con la situazione politica o sportiva. Secondo gli Stati Uniti, le conseguenze delle storie del secolo scorso dettavano il rifiuto di rilasciare un visto. Ma nella Federazione di Wrestling Russia crediamo che questa sia una difficile mossa americana per indebolire la squadra di wrestling russa che ha guidato le Olimpiadi negli ultimi anni. La causa esatta del rifiuto rimane sconosciuta.

La famiglia di Mikhail Mamiashvili

Vita personale

Nel 2001, il vicepresidente dell'OlympicMikhail Mamiashvili divenne il comitato della Russia. La famiglia dell'ex combattente più forte è composta da una moglie, tre figlie e un figlio. La figlia media di Michele di nome Tatiana sposò il figlio di Fyodor Bondarchuk - Sergei. La coppia aveva già dei figli: due figlie, Margarita e Vera. Mikhail Mamiashvili era molto felice della nascita delle sue tanto attese nipotine. Ora non è solo uno stimato sportivo e allenatore, ma anche un nonno amorevole. Cerca di trascorrere più tempo con la sua famiglia e instillare nelle sue nipotine l'amore per lo sport fin dall'infanzia.

</ p>