Uno degli atleti più talentuosi,che è stato allevato dalla scuola di ginnastica artistica dell'Unione Sovietica, era Mukhina Elena. È diventata famosa per la sua capacità lavorativa e il suo rifiuto unici, così come per il suo tragico destino. Dopo un infortunio mortale senza successo, la ginnasta fu costretta per sempre a letto. Incapace di muoversi, lei, tuttavia, ha vissuto fino a 46 anni.

Elena Mukhina: biografia, infanzia

Elena è nata a Mosca nel 1960 l'1 giugno. Mentre sua madre moriva presto e suo padre lasciava la ragazza, la nonna era pienamente impegnata nell'educazione del bambino. La ragazza fin dall'infanzia, a differenza dei suoi contemporanei, sognando il pattinaggio artistico, sognava la carriera di una ginnasta. La sua gioia non era il limite, quando una volta il maestro di sport Antonina Pavlovna Olezhko arrivò alla classe e si offrì di esercitarsi in una palestra. La ragazza è sempre stata molto laboriosa e incredibilmente capace. Grazie a queste qualità e grazia naturale, ben presto fu notata da eminenti allenatori.

Elena Foucault

L'inizio della carriera sportiva professionale

Grazie al lavoro costante e al talento, la ragazzanon è stato ritardato per molto tempo nella sezione sportiva di Olezhko. Presto Elena Mukhina raggiunse l'istruttore intitolato Alexander Eglith, che lavorava al club "Dynamo" in quel momento. Poco dopo, Eglith si trasferì nel club del CSKA e prese con sé i suoi allievi, non volendo lasciarli. Così, all'età di 14 anni, già un candidato per il maestro dello sport, Mukhina Elena Vyacheslavovna iniziò ad allenarsi nel CSKA.

Allenatore Mikhail Klimenko

Dopo essersi trasferito in un altro allenatore di un club sportivola ginnasta ha suggerito di lavorare con il suo collega Mikhail Klimenko. Soleva addestrare solo la squadra maschile, tuttavia, dopo aver esaminato la tecnica di Mukhina, accettò di portarla nel suo gruppo. L'atteggiamento dell'allenatore nel suo reparto era sempre troppo severo ed esigente. Non ha mai permesso a una ragazza di rilassarsi, ha chiesto il suo pieno ritorno, la performance di elementi sull'orlo delle capacità umane. Grazie a questo atteggiamento, per 2 anni Klimenko ha trasformato il suo allievo in una ginnasta di alta classe. Dobbiamo rendere omaggio all'atleta - ha sempre obbedito incondizionatamente. Klimenko è stato l'ultimo a allenare Mukhin.

scuola di ginnastica

1975 anno. Prime ferite

Nel 1975, Mukhina Elena Vyacheslavovna ricevetteil primo grave infortunio, quando si allenò durante i Giochi dei Popoli dell'URSS. Facendo un salto nel buco della schiuma, atterrò senza successo sulla sua testa. Roentgen mostrava una rottura dei processi spinosi delle vertebre cervicali. Con un tale trauma la ragazza aveva bisogno di una lunga riabilitazione nel colletto ortopedico. L'allenatore, tuttavia, non le diede il tempo per rilassarsi e tutti i giorni, direttamente dall'ospedale, guidò lo studente all'addestramento, dove si tolse il colletto, che non le permise di voltare la testa, e elaborò il programma. Sorprendentemente, sotto questo regime, lei potrebbe ancora recuperare e continuare la competizione. Tuttavia, il trauma di Elena Mukhina si è fatto costantemente sentire dalla sensazione di debolezza e intorpidimento degli arti inferiori.

Elena stronzo ginnasta

1976 anno. Speranze ingiustificate

Nel 1976, per malapena in ripresadopo il trauma del ginnasta Mikhail Klimenko mette il programma più complicato, probabilmente il più difficile in quel momento. Quindi Elena Mukhina era candidata alla squadra olimpica per i Giochi in Canada. Tuttavia, i leader sportivi hanno ritenuto che l'atleta non fosse in grado di eseguire stabilmente, e non l'hanno portata alle competizioni. Tuttavia, ha continuato a lavorare sodo.

1977 anno. Decollo rapido

Nel 1977 Elena è diventata la seconda in classifica percampionato all-around dell'URSS, che gli conferisce il diritto di giocare nel campionato europeo per adulti a Praga. Cos'era che ha reso Elena Mukhina così speciale? "Loop Mukhina" è un elemento famoso, che la ginnasta dimostra per la prima volta nel programma sulle barre irregolari. Elena l'ha eseguita con tanta facilità da far sembrare agli spettatori che stesse svolazzando su un guscio. Questo elemento trasformato è stato rielaborato dal "Loop of Korbut" dal suo allenatore Mikhail Klimenko. Alle competizioni di Praga, Elena Mukhina è diventata proprietaria di medaglie d'oro su tre diversi proiettili e solo un po 'mancava all'individuo in classifica per punti alla ginnasta rumena Nadi Komanech.

Mukhina Elena Vyacheslavovna

1978 anni. Il trionfo di Elena Mukhina

Il più eccezionale e fruttuoso nella sua carrierala ginnasta Helen Mukhina è diventata nel 1978. Prima ha vinto il titolo di miglior ginnasta dell'URSS, e successivamente, ai Campionati del Mondo in Francia, è diventato il campione del mondo assoluto. Poi ha vinto la competizione a squadre, è diventata finalista nelle competizioni su tre dei quattro tipi di proiettili, in ognuno dei quali ha vinto medaglie. Quest'anno la ginnasta sovietica ha scavalcato la sua rivale Nadia Komaneci. A Mosca, il campione è stato accolto con grande gioia e gioia.

Duro lavoro per amore della vittoria

Tutti i risultati sportivi sono stati dati a Elena Mukhina nosolo duro lavoro e talento incredibile. Gli sport sono lesioni permanenti. E Mukhina non ha fatto eccezione. Dopo il primo grave infortunio delle vertebre cervicali, ce n'erano altri. Elena Mukhina è una ginnasta, a cui bisogna dare credito. Si dava completamente al lavoro, nonostante le sue numerose ferite.

Nel 1977, quando l'atleta si stava preparando perla Coppa del Mondo, cadde e colpì il fondo del proiettile così forte da spezzarsi. Elena sentì che le aveva rotto le costole. Tuttavia, continuò ad allenarsi, praticando elementi su altre conchiglie. Quando il dolore divenne intollerabile, l'atleta si lamentò con l'allenatore. Tuttavia, non ha preso sul serio le sue lamentele. Da prima che lavorava sempre solo con gli uomini, sentiva che la ragazza era semplicemente cattiva.

Nel 1978, in uno degli allenamenti del giorno primai giochi giovanili dell'URSS, Mukhina ha traumatizzato il pollice sulla sua mano, che è saltata completamente fuori dall'articolazione. Mi correggevo, stringendo i denti e non raccontando a nessuno. Successivamente, a causa del pavimento lavato, eseguendo un elemento senza marcatura, non è stato calcolato il decollo prima di saltare e cadere, colpire la testa.

C'erano sia caviglie slogate che commozioni cerebrali. Ma nessun trauma ha permesso di ottenere l'indulgenza. Quindi, annusando l'ammoniaca per attenuare il dolore, Mukhina si stava allenando per l'usura. Nel 1979, era così stanca che era depressa, spesso piangeva. Tuttavia, ha continuato a elaborare il programma più complesso.

Ginnasta sovietica

Ultimo avvertimento

Dopo il trionfo, l'obiettivo principale della Coppa del MondoElena Mukhina e il suo allenatore erano nella squadra olimpica per le Olimpiadi di Mosca nel 1980. Ma tutte le loro aspettative non erano giustificate. Durante le esibizioni dimostrative nell'autunno del 1979 in Inghilterra, Mukhina si ruppe una gamba. Dopo 1,5 mesi con gesso, si è scoperto che le ossa si erano staccate, e la frattura era collegata e il gesso era stato intonacato di nuovo. Questa era una sorta di ultimo avvertimento per l'atleta che le capacità del corpo non sono illimitate. Voleva persino abbandonare gli sport professionistici. Tuttavia, l'allenatore la convinse a rimanere. Inoltre, non ha dato a Mukhina un giorno di riposo, costringendolo ad allenarsi su conchiglie con una gamba dolorante. Ha dovuto eseguire salti solo su una gamba.

Il trauma fatale di Elena Mukhina

Dal momento che la famosa ginnasta non era nella migliore forma sportiva e non si è completamente ripresa dopo la frattura della gamba, è stata inclusa nella squadra olimpica a condizione. Mikhail Klimenko, tuttavia, era assolutamente sicuro che il suo rione potesse e dovesse partecipare alle competizioni. Le ultime accuse prima delle Olimpiadi si sono svolte a Minsk. L'allenamento è stato molto intenso. La fatica accumulata è stata avvertita. Mukhina ha perseverato nel programma, ma non tutto è andato a finire, a causa di ciò che l'allenatore ha solo di più da se stesso.

Alla vigilia dell'apertura dei Giochi, Klimenko se n'è andatoil suo rione sotto la supervisione di coreografi, per andare a Mosca e difendere il suo diritto di partecipare alle competizioni. Tuttavia, durante l'allenamento Elena Mukhina ha disobbedito al coach e ha deciso di provare a eseguire il nuovo elemento da solo, senza assicurazione. È stato un errore fatale. Eseguire elemento complesso nel programma di corpo libero - una capriola e un mezzo giro con una rotazione di 540 gradi e un touchdown in una capriola - atleta non stringe, e si gettò al collo. In seguito, i testimoni dissero che ciò era dovuto al fatto che la ginnasta non era in grado di spingere il paziente abbastanza dolorosamente.

la causa della morte di questo stronzo

Trattamento e vita dopo la caduta

Forse l'atleta potrebbe essere restituito auna vita piena se l'operazione è stata eseguita in tempo. Sfortunatamente, non c'era un chirurgo qualificato nelle vicinanze e l'operazione poteva essere eseguita solo all'arrivo a Mosca, il terzo giorno. Il tempo prezioso è stato perso, il cervello ha subito danni troppo gravi, gli arti si sono spostati molto di più e non sono più tornati.

Negli anni successivi Elena Mukhina ha ripetutamenteè stato sottoposto a operazioni. Tuttavia, il corpo si stava indebolendo sempre di più, diventava sempre più difficile uscire dall'anestesia. Ad un certo punto, l'ex sportiva decise che aveva abbastanza stanze d'ospedale e lasciò la casa.

Nel 1985, su consiglio di amici Mukhina cercò di essere trattato sul metodo di Dikul. Ma il corpo non poteva più sopportare carichi enormi ed Elena rifiutò i reni.

Allora questa donna forte ha deciso che seè impossibile cambiare la situazione, è necessario cambiare il tuo atteggiamento ad esso. Ha iniziato a fare poco a casa, eseguire esercizi elementari. E grazie al duro lavoro potevo in qualche modo tenere un cucchiaio, sedermi su una sedia e scrivere un po '. Allo stesso tempo si è laureata all'Istituto di Educazione Fisica di Mosca, è stata assunta con insegnanti e ha superato gli esami a casa.

Quando nel 1983 il presidente dell'InternazionaleIl Comitato Olimpico, Antonio Samaranch, ha presentato l'Ordine Olimpico ad Elena Mukhina, non era molto contenta di lui. Possedendo un carattere forte, la ex sportiva non amava essere compatita e non gradiva la curiosità giornalistica.

Elena Mukhina biografia

interessi

Essendo quasi completamente incatenato a letto,Elena Mukhina, tuttavia, non cessò di essere interessata alla vita sportiva del paese. Con la radio e la TV - l'unico mezzo di comunicazione con il mondo esterno - ha guardato tutte le gare, discusso e commentato in conversazioni con i suoi pochi associati. Era anche interessata al cosmo, credeva che esistesse la vita su altri pianeti. Negli ultimi anni della sua vita, Mukhina si rivolse all'Ortodossia, divenne una credente e una persona timorata di Dio.

Gli ultimi anni e la morte di Elena Mukhina

Nel 2005 Elena ha perso la sua amatanonna, che a quel tempo soffriva già di senilità e aveva bisogno di cure costanti. Un anno dopo la scuola di ginnastica artistica russa ha perso la sua ginnasta eccezionale, elegante e morbido, ma questo sfortunato ... La causa della morte di Elena Mukhina - un infortunio di lunga data e l'usura del corpo dopo il trattamento. Per 26 anni, trascorsa a letto, si ammalò quasi tutti gli organi. Negli ultimi anni è stata corteggiata da Mukhina dalla sua amica Elena Gurova, nelle cui mani è morta nel 2006.

Elena Mukhina - ginnasta, che è per sempreè rimasto nella storia dello sport. Chissà cosa avrebbe potuto ottenere questa ragazza se il destino avesse ordinato un po 'diversamente. Ma, sfortunatamente, qui non puoi discutere ...

</ p>