Il passaporto delle transazioni è un documento, la registrazioneche è una procedura obbligatoria per l'esecuzione di operazioni di pagamento tra un residente e un non residente, quando i fondi non monetari passano attraverso i conti di regolamento:

- come pagamento di beni (lavori o servizi) che sono importati o esportati dal territorio doganale del paese, venduti con un contratto di commercio estero, firmati da persone giuridiche;

- nell'attuazione dei prestiti e dei prestiti interstatali.

Un passaporto delle transazioni che contiene tutto il necessarioi dati per la segnalazione e la registrazione delle transazioni che coinvolgono i fondi di cambio sono utilizzati da organizzazioni le cui funzioni comprendono il compito di monitorare l'attuazione delle attività contrattuali tra residenti e non residenti. Oltre a questo documento, le fatture che confermano l'importazione o l'esportazione di beni, nonché gli atti firmati dalle parti sulla fornitura di servizi, l'esecuzione di lavori o l'esecuzione di attività di informazione, sono forniti alle banche autorizzate. Queste organizzazioni finanziarie controllano i contratti economici esteri.

Il baratto traresidenti di paesi diversi, possono essere effettuati solo dopo l'emissione del corrispondente passaporto della transazione. Questo documento per questo tipo di contratto deve necessariamente contenere dati sul calcolo del denaro e altri mezzi. I trasferimenti di valuta devono essere effettuati solo dalla banca in cui è stato emesso il passaporto della transazione. Ci sono delle eccezioni ai contratti economici esteri, quando la preparazione di questo documento non è un prerequisito. Le autorità di vigilanza non necessiteranno di un passaporto per le transazioni se si verificano relazioni valutarie tra:

- individui e non residenti;

- da un non residente e dall'organizzazione che svolge il suo prestito;

- la Banca di Russia, il governo della Federazione russa, l'organo esecutivo federale autorizzato e un non residente;

- da un non residente e da un residente, in caso di conclusione di operazioni di credito economico straniero per un importo non superiore a cinquemila dollari USA;

- residenti e non residenti, al raggiungimento di accordi sulla produzione di operazioni di commercio estero, se l'importo del contratto è inferiore a cinquantamila dollari USA.

Il passaporto di transazione per ogni contratto economico estero è rilasciato dal residente solo una volta in una banca di servizio. Quanto segue è fornito all'istituto finanziario:

- un accordo che è la base per effettuare transazioni di carattere valutario;

- passaporto della transazione in duplice copia;

- un'autorizzazione rilasciata dall'organismo che controlla le transazioni valutarie per il trasferimento di fondi e, in alcuni casi, l'apertura di conti presso banche non residenti.

Tutti i documenti devono essere validi indata della loro fornitura. I documenti ufficiali di paesi stranieri devono essere confermati da un'apostille di organi statali competenti di questi paesi. Tutti i documenti richiesti per l'emissione di passaporti di transazione devono essere forniti nell'originale o nella forma di copie certificate. La procedura viene eseguita secondo la procedura concordata con la banca. Il termine per la registrazione dei passaporti delle transazioni dovrebbe essere la data che precede qualsiasi esecuzione nell'ambito del contratto di commercio estero.

La banca riemette i documenti se il contrattonuove informazioni sono state aggiunte o le informazioni sono cambiate. La chiusura dei passaporti delle transazioni viene effettuata dall'organizzazione finanziaria dopo l'adempimento da parte delle parti del contratto di tutti i suoi obblighi, così come in alcuni altri casi, che sono stipulati dalla legislazione.

</ p>